Sollevamento e movimentazione Lifting Slings

Sollevatori magnetici

I nuovi sollevatori magnetici della serie AMRC uniscono caratteristiche di maneggevolezza all’elevata potenza: di dimensioni ridottissime, leggeri e compatti, grazie al sistema bipolare consentono un’elevata portata e una superiore sicurezza. L’accresciuta penetrazione del campo magnetico consente infatti un’elevata tenuta anche in presenza di considerevoli traferri, senza che diminuisca la forza a contatto (traferro).


CARATTERISTICHE DIMENSIONALI DEI SOLLEVATORI MAGNETICI



CARATTERISTICHE DEL CARICO SOLLEVATORI MAGNETICI


BREVI ISTRUZIONI PER L’USO DEI SOLLEVATORI MAGNETICI

a) Utilizzare sempre tutta la superficie polare del sollevatore.

b) Verificare sempre la forma della superficie di contatto, per avere una buona planarità ed un buon contatto. Non sollevare forme che non consentono un buon contatto, ad es. tubi di diametro troppo piccolo. La curva indicata sull’etichetta mostra la diminuzione della forza di incoraggiamento all’aumentare del “traferro”, cioè alla presenza di avvallamenti, protuberanze, corpi estranei, etc. che si frappongono tra il sollevatore ed il pezzo.

c) Magnetizzare il sollevatore solo dopo aver appoggiato il sollevatore sul carico.

d) Sollevare il carico solo dopo aver bloccato la leva di azionamento manuale nella posizione di lavoro.

e) Verificare sempre il peso del carico. Se esso non è noto, occorre mettere un dinamometro tra il gancio ed il sollevatore, per verificare di non oltrepassare mail il carico di lavoro consentito.

f) Sollevare il carico solo dopo un pre-sollevamento iniziale di 10 cm, per accertarsi del buon aggancio e dell’assenza di distorsioni nella struttura da sollevare (una forte distorsione può pregiudicare la stabilità e staccare il carico!).

g) Verificare sempre che il carico sia ben bilanciato.

h) Una volta appoggiato il carico, accertarsi sempre della buona stabilità dello stesso e solo successivamente smagnetizzare il sollevatore.

AVVERTENZE

a) La portata nominale è relativa ad un pezzo avente spessore maggiore della distanza tra i poli del sollevatore. Per spessori minori della larghezza tra i due poli di contatto, SI HA UNA RIDUZIONE DELLA PORTATA PROPORZIONALE A TALE RIDUZIONE DI SPESSORE (ad es. per spessore pari a metà della distanza tra i poli il carico nominale è la metà).

b) Per materiali diversi dall’acciaio dolce, la portata si riduce. I fattori di riduzione sono i seguenti: - acciaio fuso 0,9 - acciaio basso legato 0,8 - acciaio tipo C60 0,7 - ghisa 0,45

c) La temperatura del carico non deve superare i 50° C.

MANUTENZIONE

a) Controllare che i poli di contatto del sollevatore siano in buono stato, cioè che non vi siano palesi ammaccature, danni meccanici o altro. Qualora fossero usurati, rinviare il sollevatore al fabbricante.

b) Controllare la buona visibilità delle targhette poste sul sollevatore. Qualora fossero danneggiate, consultare il fabbricante.

c) Mantenere lubrificato il ruotismo della leva. Il sollevatore non richiede altro tipo di manutenzione.